Il Coronavirus tornerà: 7 italiani su 10 hanno paura

Il Coronavirus tornerà e gli italiani ne hanno paura

"Temi un nuovo aumento dei contagi da Coronavirus in Italia?" è la domanda posta da PXR Italy agli italiani nell’ultimo sondaggio del 13 maggio. È risultato che più di 6 persone su 10 (66,2%) hanno paura che il numero di contagi possa tornare a crescere. Chiediamoci: 1. i contagi stanno davvero diminuendo? 2. c’è la possibilità di una seconda ondata (il Coronavirus tornerà)?

I contagi stanno davvero diminuendo?

Sì, in Italia i contagi stanno diminuendo. Lo dicono i dati raccolti dal Ministero della salute, facilmente consultabili sul sito del Sole 24 Ore: il rapporto tra tamponi fatti e persone positive al Coronavirus diminuisce di giorno in giorno. Per dare un'idea, dal 30 aprile circa 2 persone su 100 tra quelle che effettuano il tampone risultano positive; va considerato che il numero di test effettuati sulla popolazione sta aumentando, mentre il numero di positivi diminuisce di giorno in giorno. D’altro canto il ministro della salute Roberto Speranza ammonisce gli italiani, ammettendo che "La situazione è migliore rispetto al passato, ma ci siano ancora dentro" (fonte: intervista ‘Mezz'ora in più' su Rai Tre). E quindi di conseguenza la seconda domanda.

seconda ondata, o ritorno del coronavirus
Più di 6 persone su 10 (66,2%) hanno paura che il numero di contagi possa tornare a crescere

C’è la possibilità di una seconda ondata: il Coronavirus tornerà?

Anche per questo interrogativo, la risposta è un netto ‘Sì’. A sostenerlo sono diverse fonti, a partire dai massimi esponenti della sanità italiana: il dottor. Gualtiero Ricciardi, rappresentante italiano presso il consiglio dell'OMS, nonchè ex-presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, ammette che una seconda ondata autunnale del coronavirus, “più che un’ipotesi, è una certezza” (fonte: The Huffington Post). A sostenere questa visione anche il Dr. Amesh Adalja, infettivologo della prestigiosa università Johns Hopkins (fonte: Los Angeles Times), e il Dr. Anthony Fauci, capo-membro della task force americana per il contenimento del Coronavirus negli USA (fonte: Open.Online). Gli stessi specialisti di medicina Generale di Milano ed i medici di famiglia, in un comunicato, hanno usato toni netti ed inequivocabili: “La fase 2 tanto attesa dalla gente rischia di trasformarsi, soprattutto a Milano, in una pericolosissima e ancor più letale seconda ondata di contagi” (fonte: Emergency.Live). Insomma, in Italia e nel mondo c’è la seria possibilità di un ritorno del Coronavirus e di un nuovo aumento di contagi: a sostenere questa tesi anche l’istituto di Biologia patogena dell'Accademia cinese delle scienze mediche, i cui esperti dichiarano che “il COVID non sarà eliminato, ma molto probabilmente tornerà ogni anno, come l'influenza” (fonte: AGI).

Conclusioni

In sintesi, una seconda ondata di Coronavirus è probabile, secondo alcune fonti addirittura certa: e PXR Italy ha mostrato che gli italiani ne hanno paura. Se è vero che molto dipende dall’efficienza del sistema sanitario e dalle decisioni prese in politica, è altrettanto vero che il contenimento del Coronavirus dipende dalle azioni di ogni individuo. 

PXR Italy vi saluta con la celebre frase di Albert Acremant: “Quando prendiamo una decisione dobbiamo sempre pensare alle conseguenze che essa avrà sugli altri.”

Clicca per scoprire gli altri nostri articoli

Contatti

Copyright PXR - Tutti i diritti riservati
Sede principale: +39 377 12 51 283
Per richieste commerciali: pxritaly@email.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *