Vittorio Sgarbi: analisi del fenomeno social

Vittorio Sgarbi -Camera dei deputati

Apre così la biografia di Vittorio Sgarbi sul suo sito ufficiale: "Il nome per eccellenza della critica d'arte in Italia. Ma Vittorio Sgarbi non è solo il Critico d'arte: è anche curatore di grandi mostre internazionali, scrittore prolifico di libri best seller, conduttore di trasmissioni di successo che sono rimaste nella storia della televisione, uomo politico, libero pensatore controcorrente e instancabile difensore dell'arte e della cultura" (fonte: VittorioSgarbi.it). Vittorio Sgarbi è una figura di spicco nel panorama artistico, politico e sociale italiano; e a suggerirlo non sono dichiarazioni di terzi, ma piuttosto numeri e statistiche. Chiediamoci: 1. chi è Vittorio Sgarbi? 2. cosa possiamo imparare da lui?

Chi è Vittorio Sgarbi?

Nato a Ferrara l’8 maggio 1952, Vittorio Sgarbi si è laureato in Filosofia con specializzazione in Storia dell’Arte presso l’Università di Bologna. Negli anni seguenti la sua formazione è stato docente universitario, conduttore della rubrica televisiva "Sgarbi Quotidiani", collaboratore di diverse testate giornalistiche, accademico e presidente di diversi comitati e commissioni in ambito artistico e culturale (per maggiori approfondimenti si rimanda alla pagine ufficiale: VittorioSgarbi.it).

A partire da inizio anni '90 ha militato per ben 17 partiti, in vesti di deputato o rappresentante, in forma più o meno provvisoria e ufficiale; per questa sua camaleontica attività politica, su internet il suo nome è spesso affiancato dalla descrizione "il più grande trasformista italiano". Da sottolineare che Sgarbi si è sempre definito 'indipendente da tutto' e svincolato dall'appartenenza ufficiale a qualsivoglia partito politico (fonte: Panorama). Inoltre il Critico d'Italia è stato eurodeputato, deputato della repubblica italiana, sindaco di San Severino Marche, di Salemi, mentre attualmente è sindaco di Sutri.

Visto il curriculum, è prevedibile pensare che Sgarbi debba la propria fama alla propria coscienza da politico o critico d'arte; ma, analizzando un paio di dati, scopriamo immediatamente che non è così semplice.

A che cosa deve la propria fama Vittorio Sgarbi?

Premessa: nulla si può togliere a Sgarbi in termini di traguardi raggiunti in ambito artistico e politico; e nulla si può dire delle sue vicende personali poichè sono, appunto, personali. Facciamo quindi un paio di considerazioni: attualmente la televisione e internet si attestano come i due mezzi su cui la popolazione italiana si informa di più; nello specifico internet è utilizzato dal 79,3% della popolazione e i social tradizionali (whatsapp, facebook, instagram) sono utilizzati dal 60,9% degli italiani (fonte: Censis). In effetti possiamo dire che l'opinione della maggioranza della popolazione del bel paese sia influenzata dai social: in altre parole, i social (ed internet più in generale) sono, ad oggi, lo strumento d'informazione più prestante in circolazione. In senso lato possiamo quindi dire: Sgarbi deve la propria fama a internet. Scopriamo assieme il perchè.

Vittorio Sgarbi preso di forza dagli assistenti parlamentari
Foto Roberto Monaldo - Vittorio Sgarbi preso di forza dagli assistenti parlamentari e trascinato fuori dall'aula dopo aver insultato la deputata di Forza Italia Giusi Bartolozzi

Cosa possiamo imparare da Vittorio Sgarbi?

Ricordate il detto "Non esiste buona o cattiva pubblicità, ma solo pubblicità"? I social e internet hanno fatto diventare realtà tangibile questa frase; e a dimostrarlo sono le statistiche. Quando tu digiti su Google 'Vittorio Sgarbi', il motore di ricerca ti fornisce i risultati secondo una determinata logica; logica che per l'appunto non ha lo scopo di dare al lettore l'informazione più attendibile o migliore. Piuttosto Google ti fornisce i risultati più cliccati corrispondenti a 'Vittorio Sgarbi': il che significa che un'informazione riguardante uno scatto d'ira di Sgarbi comparirà prima di un'articolo dove il Critico d'Italia fa il proprio lavoro da critico. Perchè? Semplice: lo scatto d'ira interessa più persone rispetto ad un'ottima critica di un dipinto. E gli algoritmi di Google questo lo sanno bene (fonte: GuidaGoogleSEO).

Cosa possiamo imparare quindi da Vittorio Sgarbi? In una frase: che per quanto ci sia il contenuto, ciò che è importante è il contenitore. Parafrasando si potrebbe dire, "l'abito fa il monaco". Vediamo le statistiche: il profilo Instagram di Sgarbi conta 486,902 followers con una media di 17,839 like a post, più del premier Giuseppe Conte, ed ha un engagement rate (che indica quanto reagiscono i suoi followers) superiore a Matteo Salvini, Giorgia Meloni e altre figure di spicco della politica italiana. In seguito agli eventi di giovedì 25 giugno (fonte: CorriereDellaSera) ha registrato un aumento molto elevato di 5000 followers in un giorno (fonte: Ninjalitics).

Il nome 'Vittorio Sgarbi' è stato cercato su google oltre 750.000 volte nell'ultima settimana (fonte: GoogleTrends); per dare un'idea di come "l'abito faccia il monaco" diamo un occhio agli argomenti correlati a Sgarbi, ovvero a quei temi a cui l'immagine del Critico d'Italia è associato normalmente dal 2004: Barbara D'Urso, Capra, Lite, Sgarbi Vs people, Sgarbi capra, Mughini Vs Sgarbi, ecc. 20 risultati su 25 fanno riferimento alle liti e arrabbiature di Sgarbi in televisione e non alla sua dote da critico d'arte (fonte: GoogleTrends).

Conclusioni

In conclusione possiamo dire che Vittorio Sgarbi è un personaggio pubblico e politico discusso e sotto i riflettori. E come lui tante altre figure del panorama politico italiano: se nel caso di Sgarbi sotto alla maschera da critico iracondo si nascondono competenze artistiche degne di nota, lo stesso potrebbe non valere per tutti gli altri. Cosa significa? Significa che i social e internet mettono sotto la luce dei riflettori coloro che fanno scalpore a discapito di quelli che non lo fanno. Una metafora potrebbe aiutare; su un palcoscenico ci sono due attori, uno recita Shakespeare, mentre l'altro si limita a gridare una parola coprendo la voce del primo: il risultato è che gli spettatori sentono solo colui che urla, ed il loro pensiero sarà influenzato da quest'ultimo, piuttosto che dall'attore shakespeariano.

Clicca per scoprire gli altri nostri articoli

Contatti

Indirizzo Sede principale: Via San Vittore 43, 20123, Milano
Telefono Sede principale: +39 377 12 51 283
Per richieste commerciali: info@pxritaly.com

fonte immagine copertina: https://www.buttanissima.it/sgarbi-ha-perso-le-staffe-per-la-bartolozzi/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *