articoli

Crisi nel settore dei trasporti: i dati fondamentali

Leonardo Saulle - Luglio 25, 2020
economia settori economici trasporti trend analysis

Crisi nel settore dei trasporti: i dati fondamentali

Persone attendono in metropolitana

La filiera dei trasporti potrebbe risultare tra i comparti più colpiti dal Covid-19. Nel biennio 2020-21, le imprese operanti nel settore travel & tourism potrebbero infatti subire perdite dei ricavi dai 29 ai 64 miliardi di euro; le contrazioni particolarmente significative sono nei settori: alberghiero, delle agenzie di viaggio, della ristorazione e dell’autonoleggio (fonte: PXR Italy).

La regione che potrebbe essere più colpita in termini di calo del fatturato della filiera è il Lazio; si stima che possa andare incontro ad una possibile perdita nell’ordine dei 15 miliardi di euro. L'istituto di ricerca Cerved ha elaborato due scenari, uno base e l'altro pessimistico, con lo scopo di prevedere le conseguenze economiche del Covid-19 nel biennio 2020/2021.

La crisi dei trasporti nel biennio 2020/2021: i due scenari

Nell’ipotesi di un ritorno alla normalità breve (scenario base), nonostante le gravi perdite del 2020, i settori della ristorazione, dell’autonoleggio, dei trasporti pubblici locali, dei trasporti aerei, marittimi e ferroviari, della gestione delle autostrade e degli aeroporti, nel 2021 tornerebbero all'incirca ai valori di fatturato del 2019 (ovvero 112 miliardi di euro). Nel caso dello scenario pessimistico, nel 2021 (ovvero 93 miliardi di euro) i ricavi del 2019 risulterebbero distanti in tutti i settori della filiera.

Tra i settori più colpiti dal Coronavirus si trovano i trasporti aerei (-25% nello scenario base e -55% nello scenario pessimistico), la gestione stessa degli aeroporti (-22,5% nello scenario base e -50,4% nello scenario pessimistico) e l’organizzazione di fiere e convegni (-25% nello scenario base e -45,8% nello scenario pessimistico).

Una ricerca Istat ha evidenziato che solo a marzo le compagnie di aerei italiane hanno registrato una diminuzione dell' 85% nel numero di passeggeri ed una del 66% nel numero di voli prenotati compelssivamente (dati confrontati con lo stesso periodo del 2019).

La crisi dei trasporti in Italia

Crisi dei trasporti: cambia la percezione degli italiani

In una ricerca YouGov effettuata sulla popolazione italiana a maggio 2020 è emerso che il 36% dei rispondenti ha intenzione di prendere meno spesso i mezzi pubblici rispetto a prima del Coronavirus; solo il 26% della popolazione italiana ha intenzione di spostarsi con i mezzi pubblici come o più di prima dell'emergenza Covid-19.

Alla data del 17 luglio Google ha pubblicato i dati relativi agli spostamenti degli italiani; questi hanno messo in evidenza che rispetto al periodo pre Covid-19 in Italia, attualmente si registra un calo della fruzione dei mezzi di trasporto pubblici del 25%, associato ad un minore afflusso degli italiani verso i luoghi di lavoro (-26%).

I dati sopra riportati delineano un panorama di crisi economica nella filiera dei trasporti; inoltre, si evidenzia un mutamento significativo nella percezione del trasporto pubblico: infatti il 36% degli italiani ha intenzione di prendere meno spesso i trasporti pubblici rispetto a prima del Coronavirus. Questo mutamento è associato ad una netta diminuzione della domanda.

Clicca per scoprire gli altri nostri articoli

Contatti

Indirizzo Sede principale: Via San Vittore 43, 20123, Milano
Telefono Sede principale: +39 377 12 51 283
Per richieste commerciali: info@pxritaly.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *