articoli

Il mercato del digital marketing in Italia

Beatrice Borghi - Maggio 10, 2022
marketing

Il mercato del digital marketing in Italia

Digital marketing - PXR Italy

Il GlossarioMarketing definisce il digital marketing come il mercato che “​​comprende tutte le attività di vendita e comunicazione condotte da un’impresa attraverso l’utilizzo degli strumenti e dei canali digitali, spesso in sinergia con gli altri strumenti del marketing tradizionale per creare una comunicazione integrata, personalizzata e interattiva in grado di aiutare l’impresa a sviluppare e fidelizzare maggiormente la propria base cliente.”

Questa disciplina studia il comportamento sul mercato e l’interazione tra i vari utenti, attraverso strumenti e tecnologie di ultima generazione, con lo scopo di direzionare le aziende verso l’utilizzo del digital marketing per il loro business.

Il termine, nel suo significato letterale, ha origine da digital market (mercato digitale) con l’aggiunta del gerundio -ing, che ne indica la partecipazione attiva delle aziende sul mercato. Contrariamente al marketing tradizionale, il mondo del marketing digitale utilizza un tipo di comunicazione pubblicitaria che attraverso le tecnologie ha modo di raggiungere un target più ampio e promuove il web come piattaforma principale sulla quale fondare il business aziendale.

Il digital marketing permette alle aziende miglioramenti nelle vendite e ottimizzazioni continue, con risultati visibili e di ampio spettro. Il mercato del digital marketing in Italia registra un fatturato annuo di oltre 30 miliardi di euro, con 600.000 posti di lavoro occupati (dati: Osservatorio Tech Company del Politecnico di Milano).

Dal marketing tradizionale al marketing digitale: perchè?

Secondo una ricerca cross channel condotta da PXR Italy, ogni persona passa in media 145 minuti (circa 2 ore e mezza) navigando sui social network e scambiando sms sulle app di messaggistica istantanea. Secondo i dati della nostra nazione, gli Italiani trasorrono su Internet 6 ore e 9 minuti al giorno, di cui 1 ora e 47 minuti sui social (dati: Report 2022 di We Are Social e Hootsuite).

Il tempo di fruizione sui social media ha visto un aumento negli anni, questo porta le aziende ad una comunicazione social più accentuata per raggiungere più utenti possibili. In questi anni caratterizzati da una pandemia globale, i brand hanno cercato di accelerare la digital transformation, ovvero il reinventarsi e adeguarsi alle nuove esigenze dell’utente e al contesto sociale attuale. 

Qui entra in gioco il digital marketing: la pubblicità si sposta online, come anche il commercio. L’Italia, secondo i dati del report Global Ad Spend Forecasts di dentsu international, è al quinto posto globale per crescita nel settore advertising nel 2021, seguita da India, Inghilterra, Francia e Canada. Inoltre, le previsioni sono del tutto positive: l’ipotesi di crescita del 2022 è del 5,9%.

Digital marketing: come funziona?

Possiamo evidenziare 4 fasi che caratterizzano il funzionamento di un processo che porta alla vendita di un prodotto/servizio attraverso il digital marketing.

  • React: nella prima fase l’obiettivo è quello di raggiungere i potenziali clienti attraverso strategie mirate e precise. Tra le tecniche più utilizzate troviamo la SEO (Search Engine Optimization), l’online advertising, le Public Relations, il social media marketing;
  • Act: è la seconda fase e consiste nell’intraprendere azioni di promozione e advertising verso i prospect – definizione di potenziale cliente – e condurli verso l’azienda;
  • Convert: nella terza fase i prospect devono diventare clienti veri e propri, aumentando le vendite del brand online e offline. Per avere un’idea più precisa della propria clientela si utilizzano tecniche di ottimizzazione e misurazione, come ad esempio i KPI del Marketing (metriche per la misurazione delle performance). Inoltre, avviene un monitoraggio sui siti di e-commerce attraverso tool appositi e web analytics;
  • Engage: quarta e ultima fase del digital marketing: consente nel creare una relazione stretta con i clienti basata sulla fiducia. E’ importante che l’azienda mantenga anche una buona coerenza; in questo modo gli utenti fidelizzati rimarranno tali.

Sviluppi e le opportunità: presente e futuro

La Tech Company del Politecnico di Milano ha svolto un’analisi dei bilanci di oltre 10.000 società hi-tech. Dal 2013 al 2018 i ricavi delle aziende analizzate, attraverso il digital marketing, hanno visto un incremento di 8,9 punti percentuali, conseguente anche alla nascita di nuove società e varie start-up. Inoltre, nel 2021 l’e-commerce italiano ha registrato un record nelle vendite: il 25% delle aziende sono cresciute economicamente.

Tuttavia, solo il 30% dei brand che utilizzano tecniche di digital marketing sono in grado di identificare il target dei propri visitatori e, di conseguenza, svolgere un’analisi di mercato sulle vendite. Uno strumento ormai necessario per le strategie di marketing sono le app aziendali: il 45% dei brand italiani ne possiede una, ma solo il 10% di queste applicazioni offrono gli stessi servizi messi a disposizione sui siti web aziendali.

E’ possibile che, anche a causa dei cambiamenti portati dalla pandemia, il mercato del traditional marketing sia destinato ad estinguersi?

Seguici sui social

Leggi le ultime ricerche di mercato divulgative

Leggi i nostri ultimi articoli