articoli

Mindset dinamico: la soft skill più ricercata dalle aziende

Leonardo Saulle - Marzo 31, 2021
marketing psychology ricerca di mercato trend analysis

Mindset dinamico: la soft skill più ricercata dalle aziende

Mindset dinamico

Mindset dinamico: il 2021, con la sua ventata di novità e, per certi versi, crisi, ha messo in evidenza una profonda lacuna nel sistema di valutazione di chi si candida per essere assunto da un'azienda.

Che cos'è il Mindset dinamico?

Nel 2006 la ricercatrice e psicologa Carol Dweck ottenne nell'arco di pochi mesi fama internazionale grazie ad una scoperta scientifica di grande portata; purtroppo i tempi non erano ancora maturi. Per quanto la teoria della Dweck avesse infiammato gli spiriti degli psicologi e degli addetti ai lavori, non ebbe un vero riscontro nella pratica.

La Dweck, grazie alle proprie ricerche, ha messo in evidenza che "le credenze che adottiamo riguardo noi stessi influenzano il modo in cui gestiamo la nostra vita" e non solo; nello specifico c'è una credenza (o soft skill se applicata in ambito aziendale) la cui presenza sembrerebbe essere un ottimo predittore del successo che una persona otterrà nel corso della propria vita. Questa skill (o credenza) prende il nome di Mindset dinamico.

Mindset dinamico

Va detto che, come sottolinea la Dweck, "non c'è modo di capire se una persona avrà successo nella vita con il 100% di sicurezza, perchè i fattori ambientali sono molto importanti nel definire chi siamo e dove andiamo". E qui viene il bello; il mindset dinamico è la convinzione o credenza delle persone che le porta a pensare che le proprie qualità di base (o capacità) possano essere coltivate.

Cerchiamo di capire meglio: chiediamoci "perchè questa soft skill è tanto richiesta dalle aziende?". La verità è che il mindset dinamico è la passione per l'impegno e la costanza nel perseguire i propri obiettivi, anche (o soprattutto) quando le cose vanno male. Sì, perchè il fallimento è il vero metro di misura della persona con un mindset dinamico; egli non si scoraggia davanti ai propri fallimenti, ma piuttosto li usa per migliorarsi ed incoraggiarsi a provare ancora, e ancora.

Mindset dinamico, Carol Dweck
fonte: https://devzone.positivecoach.org/resource/article/growth-mindset-quotes-carol-dweck

E il contrario del mindset dinamico? Chiaramente, il mindset statico. A questo punto dovrebbe apparire elementare la motivazione per cui nel 2021 le aziende cercano persone che abbiano una motivazione al lavoro decisamente spiccata. Veniamo da un anno in cui ci siamo fermati sotto tanti punti di vista: ci siamo fermati nel lavoro, nelle nostre relazioni. E più di tutto, ci siamo fermati nella nostra mente. Ormai viviamo in una realtà lavorativa smart, che pone ogni individuo a confrontarsi più con sè stesso che con il proprio capo o datore di lavoro: questo ha come conseguenza che ciascuno è più portato ad utilizzare sè stesso come metro di misura per il proprio operato. Se consideriamo che circa 7 persone su 10 hanno un mindset statico, capiamo bene che ogni tipo di lavoro/mansione si espone ad un calo di qualità nella produzione/erogazione del servizio.

In conclusione, il 2021 è iniziato all'insegna del mindset dinamico: le aziende cercano individui che sappiano confrontarsi criticamente con sè stessi e migliorare in autonomia. Persone che sappiano fare dei propri fallimenti un trampolino di lancio; lavoratori che sappiano essere creativi, propositivi, veloci nell'apprendere. In una sola parola, dei lavoratori smart.

Contattaci

Indirizzo Sede principale: Via San Vittore 43, 20123, Milano
Telefono Sede principale: +39 377 12 51 283
Per richieste commerciali: info@pxritaly.com

Leggi le ultime ricerche di mercato divulgative

Leggi i nostri ultimi articoli